Home
a
b
c
d
e-f
g
h-k-l
m
n-o
p
q-r
s
t
u-v-w-z
  
I minerali della Val di Fassa


Un’elenco dei minerali più noti presenti nel territorio della valle con l’indicazione delle località in cui sono stati rinvenuti.



URALITE - vedi: ORNEBLENDA


VESUVIANA (vesuvianite) - Ca10(Mg,Fe)2Al4[(OH)4|(SiO4)5|(Si2O7)2] - sistema tetragonale>
Sorosilicato tipico del metamorfismo di contatto di rocce carbonatiche impure, in associazione a granati (grossularia e andradite), wollastonite, calcite, ecc.
Si presenta a volte in cristalli centimetrici, prismatici, tozzi, che terminano con due piramidi a base quadrata altrettanto tozze, oppure in aggregati cristallini o in masse granulari a grana piuttosto grossa. Le classiche località di ritrovamento si trovano sui Monti Monzoni (Malinverno, Pale Rabiose, Toal de la Foa, Toal de Majon) dove spesso è associata a calcite azzurra e fassaite.


WERNERITE - vedi: SCAPOLITE


WOLLASTONITE - Ca3[Si3O9] - sistema triclino
Inosilicato, da alcuni considerato facente parte del gruppo dei pirosseni, caratterizzato dalla presenza di soli ioni Ca2+ a fare da ponte tra i tetraedri silicato, motivo per cui cristallizza nel sistema triclino. E' presente nei calcari metamorfosati per contatto dei Monzoni, dove forma aggregati bacillari stratiformi biancastri o grigiastri.


ZIRCONE - Zr[SiO4] - sistema tetragonale
Nesosilicato che cristallizza da fusi silicatici fortemente differenziati e arricchiti in elementi incompatibili. La formula tollera un certo grado di vicarianza. Per un 4% circa lo zirconio può essere sostituito da: afnio, torio, uranio e altri elementi delle terre rare. Per questo motivo lo zircone è spesso utilizzato per la datazione radiometrica, con il metodo uranio-piombo, delle rocce magmatiche e metamorfiche che lo contengono.
I cristalli, quando sono trasparenti e brillanti, sono usati come 'surrogato' del diamante, ma spesso si presentano opachi e spenti, resi metamittici dal decadimento radioattivo di U e Th. Piccoli cristalli prismatici, bipiramidati, incolori, giallastri o brunicci, provengono dall'aureola di contatto dei Monti Monzoni (Alochet).


ZOISITE (thulite) - Ca2Al3[O|OH|SiO4|Si2O7] - sistema ortorombico
Sorosilicato del gruppo degli epidoti. Minerale di ambiente metamorfico e magmatico, si può trovare eccezionalmente nell'aureola metamorfica di contatto di rocce calcaree impure. la varietà più famosa è la tanzanite, di colore blu-viola, proveniente dall'omonimo stato africano e molto ricercata in gioielleria. Sui Monti Monzoni (Malinverno) è presente la varietà thulite, manganesifera, di colore rosa, in aggregati di fini cristalli prismatici allungati o croste di alterazione dei plagioclasi.



Aldo J. B. Brilli Cattarini: La Valle di Fassa nei suoi aspetti naturali. Cenni Geologici - Minerali - Orografia - Idrografia. A cura dell'Istituto Elvetico per la Ricerca Scientifica, 1968
Reinhard Exel: Guida mineralogica del Trentino e del Sudtirolo. Athesia, 1987
Mottana, Crespi, Liborio: Minerali e rocce. Mondadori