Home
a
b
c
d
e-f
g
h-k-l
m
n-o
p
q-r
s
t
u-v-w-z
  
I minerali della Val di Fassa


Un’elenco dei minerali più noti presenti nel territorio della valle con l’indicazione delle località in cui sono stati rinvenuti.



DACHIARDITE - (K2,Na2,Ca)5[Al10Si38O96].25H2O - sistema monoclino
Tectosilicato appartenente al gruppo delle zeoliti. Caratteristici aggregati cristallini fibroso-raggiati, di colore rosso-arancione con zonature concentriche, si trovano nelle rocce basaltiche su entrambi i versanti dell'alta Val Duron (Cresta di Siusi, Palacia, Ponsin), nel Buffaure (Ciampac) e nella catena del Padon (Fedaia)


DATOLITE - CaB[4][OH|SiO4] - sistema monoclino
Nesosilicato di origine secondaria, prodotto da processi idrotermali nelle cavità di rocce basaltiche. E' un minerale piuttosto raro che si presenta in piccoli cristalli tozzi, ricchi di faccette, incolori e limpidi oppure bianchi, segnalato nel gruppo del Buffaure.


DIASPRO - vedi: CALCEDONIO


DOLOMITE - CaMg(CO3)2 - sistema trigonale
Carbonato doppio di Ca e Mg, perlopiù di origine secondaria per sostituzione metasomatica di ioni Ca2+ in sedimenti e rocce calcaree.
Si presenta in cristalli romboedrici incolori o bianchi, più frequentemente grigiastri, giallini o rosati per la presenza di impurità, oppure anche in aggregati di cristalli selliformi (a facce curve) o in masse più o meno compatte.
Si trova comunemente nelle rocce sedimentarie come la calcite da cui deriva. Prende il nome da Déodat de Dolomieu, lo studioso del settecento che fece analizzare dei campioni di roccia calcarea poco reattiva a contatto con l'acido e permise l'identificazione di un nuovo minerale ancora non classificato. Il test dell'HCl viene utilizzato tuttora per distinguere tra loro il calcare e la dolomia che altrimenti sono difficilmente riconoscibili.



Aldo J. B. Brilli Cattarini: La Valle di Fassa nei suoi aspetti naturali. Cenni Geologici - Minerali - Orografia - Idrografia. A cura dell'Istituto Elvetico per la Ricerca Scientifica, 1968
Reinhard Exel: Guida mineralogica del Trentino e del Sudtirolo. Athesia, 1987
Mottana, Crespi, Liborio: Minerali e rocce. Mondadori

 
 
  Site Map