Home
a
b
c
d
e-f
g
h-k-l
m
n-o
p
q-r
s
t
u-v-w-z
  
I minerali della Val di Fassa


Un’elenco dei minerali più noti presenti nel territorio della valle con l’indicazione delle località in cui sono stati rinvenuti.



BARITE (baritina) - Ba[SO4] - sistema ortorombico
Comune in altri luoghi come minerale di ganga in filoni idrotermali, associato a solfuri di Pb, Ag e Sb, in Val di Fassa si presenta con cristalli tabulari, a volte limpidi, o in piccoli aggregati lamellari bianchi o giallastri associati a quarzo e calcite. Si trova nell'alta Val Duron e all'Alpe di Siusi in località Dialer Bohlen.


BIOTITE - K(Mg,Fe,Mn)3[OH,F)2|AlSi3O10] - sistema monoclino
Fillosilicato del gruppo delle miche, è un componente essenziale di molte rocce magmatiche e metamorfiche.
Cristalli centimetrici tabulari di colore nero o bruno-verdastro si rinvengono sui Monzoni (Ricoletta, Tariciogn). La varietà rubellana, in cristalli tabulari, laminette o aggregati squamosi o lamellari bruno-rossastri e rosso mattone, è presente anche nel gruppo del Buffaure (Ciaplaia/Ciapiaa, Sas de Rocia, Val Jumela).


BRUCITE - Mg(OH)2 - sistema trigonale
Derivata dall'idratazione del periclasio (MgO) che proviene a sua volta dalla decomposizione della dolomite, è presente nei calcari metamorfosati per contatto del gruppo Costabella-Monzoni (Val de le Sele) come impregnazione della roccia o riempimento di fessure, in masse lamellari o squamose incolori o biancastre, associata a serpentino.



Aldo J. B. Brilli Cattarini: La Valle di Fassa nei suoi aspetti naturali. Cenni Geologici - Minerali - Orografia - Idrografia. A cura dell'Istituto Elvetico per la Ricerca Scientifica, 1968
Reinhard Exel: Guida mineralogica del Trentino e del Sudtirolo. Athesia, 1987
Mottana, Crespi, Liborio: Minerali e rocce. Mondadori