Home
a
b
c
d
e-f
g
h-k-l
m
n-o
p
q-r
s
t
u-v-w-z
  
I minerali della Val di Fassa


Un elenco dei minerali pi¨ noti presenti nel territorio della valle con l'indicazione delle localitÓ in cui sono stati rinvenuti.



SCAPOLITE (sarcolite, wernerite) - Na8[Cl2,SO4,CO3)|AlSi3O8)6] - Ca8[Cl2,SO4,CO3)2(?)|Al2,Si2O8)6] - sistema tetragonale
Tectosilicato, identifica la serie isomorfa tra il termine estremo sodico (marialite) e quello calcico (meionite). Nei calcari metamorfosati per contatto dei Monzoni si trovano la sarcolite, in aggregati di cristalli prismatici allungati, bianco-latte e opachi (Alochet) e la wernerite, in masse granulari e aggregati cristallini fibrosi o fascicolati di colore grigio (Le Sele).


SCIORLITE - vedi: TORMALINA


SCOLECITE - Ca[Al2Si3O10].3H2O - sistema monoclino
Tectosilicato del gruppo delle zeoliti come la natrolite cui Ŕ molto simile nell'aspetto. Si forma generalmente nelle cavitÓ dei basalti o in rocce calcaree metamorfosate per contatto. In aggregati di cristallini prismatici allungati, incolori o bianchi, Ŕ presente nel gruppo del Buffaure (Sot ai Sasc) e in generale sui Monzoni.


SELENITE - vedi: GESSO


SERPENTINI (antigorite, crisotilo, lizardite) - Mg6[(OH)8|Si34O10] - sistema monoclino e rombico
Fillosilicati idrati che derivano dalla trasformazione per idratazione di silicati di magnesio come l'olivina e alcuni pirosseni e anfiboli. Il gruppo dei serpentini comprende tre polimorfi: antigorite e lizardite, con disposizione planare degli strati e aspetto lamellare o compatto, e il crisotilo (orto e clino-crisotilo), i cui strati sono incurvati e generano strutture fibrose (amianto di serpentino).
Gimnite o deweylite, picrolite e vorhauserite sono termini poco usati che descrivono varietÓ o associazioni di serpentini segnalate sui monti Monzoni (Toal de la Foa, Malinverno, Tariciogn) e a Majonade. Quando non Ŕ pseudomorfo di altri minerali il serpentino si presenta in masse compatte o fibrose di colore bianco, grigio, giallo, verde o bruno.


SFENO - vedi: TITANITE


SPINELLI - Fe''Fe'''2O4 (magnetite) - (Mg,Fe'')(Al,Fe''')2O4 (pleonasto) - sistema cubico
Gruppo di minerali appartenente alla classe degli ossidi con formula generale XY2O4. Si trovano in rocce metamorfosate per contatto (dolomie marnose ricche in Mg e Al) oppure in rocce magmatiche femiche e ultrafemiche (Fe, Mg). Si presentano in genere come piccoli ottaedri perfetti, spesso geminati, di colore nero talvolta con riflessi bluastri.
Entrambi presenti sui monti Monzoni, il pleonasto ha dimensioni maggiori (fino 1,5 cm) ed Ŕ segnalato a Toal de la Foa e Tariciogn, mentre la magnetite in cristalli millimetrici si trova in Val Pizmeda e Alochet. Gli spinelli dei Monzoni sono in genere opachi perchŔ tendono ad alterarsi in altri minerali.


STILBITE (puflerite) - Ca[Al2Si7O18].7H2O - sistema monoclino
Tectosilicato appartenente al gruppo delle zeoliti, di origine idrotermale tardiva nelle cavitÓ di rocce basaltiche dove si trova associata a calcite e altre zeoliti. Chimicamente simile all'heulandite con cui talvolta veniva confusa (cfr. sferostilbite), si presenta anche in cristalli prismatici bianchi o grigi riuniti in aggregati a covone oppure, pi¨ raramente, come piccole sferette bianche costituite da aggregati a struttura fibroso-raggiata (puflerite). E' presente in tutto il gruppo del Buffaure e nell'area Val di Dona-Ponsin.



Aldo J. B. Brilli Cattarini: La Valle di Fassa nei suoi aspetti naturali. Cenni Geologici - Minerali - Orografia - Idrografia. A cura dell'Istituto Elvetico per la Ricerca Scientifica, 1968
Reinhard Exel: Guida mineralogica del Trentino e del Sudtirolo. Athesia, 1987
Mottana, Crespi, Liborio: Minerali e rocce. Mondadori

I campioni fotografati sono esposti presso il Museo Mineralogico Monzoni
di San Giovanni di Fassa